L’analisi post mortem per valutare i rischi del Business Model

Un modo particolare per individuare la rilevanza dei rischi presenti nel modello di business è la metodologia del post mortem.
Al di là di ogni considerazione scaramantica, questo approccio risponde all’esigenza di uscire dalla attuale visione sul nostro progetto, necessariamente piena di presupposti e pregiudizi nati dal coinvolgimento personale e dalla storia pregressa.
Per uscire da questa condizione, l’idea è quella di fingere di essere fra un anno, quando il nostro progetto sarà fallito.
Ci mettiamo in una condizione in cui le necessità quotidiane sono svanite e in cui analizziamo cosa non ha funzionato. Ciò permette di individuare le poche cose significative e prioritarie.
I clienti non hanno avuto bisogno del mio prodotto? Non sono riuscito a comunicare in maniera corretta? La distribuzione non era abbastanza capillare? E così via.
Nella particolare condizione psicologica di chi ha visto fallire la propria iniziativa, è più semplice individuare gli elementi più importanti del progetto.
Questa analisi consente di attivare gli esperimenti sui fattori decisivi e non perdere energia e risorse su elementi secondari.
Se non abbiamo un’idea di distribuzione del prodotto, non concentriamoci sull’estensione di gamma.
Probabilmente sappiamo fare prodotti molto buoni, ma il focus è verificare la capacità di rapportarsi con il mercato.

Condividi

Botteghe Digitali