Open Data ed economia locale:
una grande possibilità

Open Data ed economia locale: una grande possibilità

L’economia globale e quella locale al giorno d’oggi sono fortemente connesse e le variazioni che avvengono globalmente hanno ripercussioni anche a livello locale. Per questo è importante anche per chi si occupa di artigianato avere conoscenze su quanto sta impattando sull’economia globale, in quanto rappresenterà i futuri driver di sviluppo della propria attività.

Un driver di innovazione ad esempio sono gli Open Data, ovvero dati liberamente accessibili a tutti, informazioni messe a disposizione gratuitamente dai governi con l’uso di internet, dando la possibilità di riutilizzarli e ridistribuirli e senza restrizioni. La rilevanza di questo concetto di open data è data dall’interoperabilità, cioè dalla possibilità di organizzazioni diverse di operare insieme sullo stesso dato.

L’introduzione degli Open Data nel mercato sta modificando di molto l’economia globale e si stima che nei prossimi cinque anni svilupperà un giro d’affari di 325 miliardi di euro tra nuovi posti di lavoro e risparmi correlati all’efficienza conseguente (Fonte: “Creative trhough Open data: study on the impact of re-use of public data sources”, Capgemini).

Quindi gli Open Data con quelle che sono le nuove frontiere dell’economia globale, dai nuovi sistemi di finanziamento all’economia delle reti, costituiscono non un pericolo ma un’opportunità.

Grazie ad essi chiunque voglia aprire una nuova attività o migliorare quella già avviata ha a disposizione i dataset che gli permettono di sviluppare al meglio le analisi preliminari e di studiare le strategie per aggiustare quanto di errato possa esserci stato prima.

Condividi

Botteghe Digitali