E-Shoes?
Anche le scarpe si digitalizzano

Il 18° convegno annuale di Assocalzaturifici “L’artigiano digitale”, svoltosi a Venezia sabato 28 novembre 2015, ha aperto nuovi scorci su come affrontare il mercato mondiale e in particolare la crescente digitalizzazione del consumatore.

“Assocalzaturifici è parte attiva nell’evoluzione sul digitale e sta lavorando ad una nuova piattaforma integrata, che avrà il suo lancio ufficiale in occasione del prossimo theMICAM di febbraio 2016 – afferma Annarita Pilotti, Presidente Assocalzaturifici.

Sarà uno spazio virtuale dove raccogliere e mettere in connessione le iniziative dell’Associazione, i trend, le novità del settore e i servizi alle aziende. Il titolo della piattaforma verrà deciso attraverso un concorso aperto a tutti: dal 21 dicembre sul sito www.assocalzaturifici.it, cliccando sull’immagine del Convegno, si aprirà un link che darà accesso ad un formulario da compilare con i propri dati e sarà possibile proporre un titolo”.

Una svolta enorme nell’approccio alla vendita delle PMI del settore, supportato anche dai dati relativi agli acquisti online mondiale e europea. A livello globale, su 7 miliardi di persone circa 3 sono su internet, mentre a livello europeo su 818 milioni di persone 565 milioni usano internet mentre 231 millioni sono e-shoppers. La percentuale di vendita online in Europa sul totale è stimata intorno al 6% con tassi di crescita interessanti, che però in Italia restano ancora su livelli molto bassi (Fonte: Ecommerce Europe, European B2C E-commerce Report 2015).

È dunque arrivato il momento di digitalizzarsi in un’ottica non di sostituzione del negozio fisico ma di affiancamento. Sono 19 milioni le persone che posseggono uno smartphone: 13,6 sono andate in un negozio a seguito di una consultazione online e di questi 8 milioni si informano online mentre sono nel negozio stesso, aspettandosi quindi un’interazione dinamica tra le diverse esperienze di vendita.

Per questo l’Associazione ha deciso di accompagnare per mano quelle imprese che decideranno di aderire a questo enorme processo di cambiamento attraverso seminari ad hoc e una piattaforma, in collaborazione con WeChat Italia per promuovere il prodotto anche in un area emergente come la Cina. Largo quindi alla fantasia per quanto riguarda la scelta del nome e di idee su come attuare questo progetto, che verrà presentato in via ufficiale durante la conferma stampa di theMICAM 2016 (14 e 17 Febbraio). Il vincitore porterà a casa un buono calzature per un valore massimo di 500 euro.

In generale il progetto di digitalizzazione mira a posizionare nei mercati stranieri e in particolare quello cinese il Made in Italy in modo forte e incisivo. Il digitale non più come concorrente della PMI, ma come canale per rafforzare il settore commerciale e portarlo a livelli superiori.

Fonte www.assocalzaturifici.it

Condividi

Botteghe Digitali