Intervista a Gaia Segattini

Per capire meglio l’evoluzione e i progressi della digitalizzazione dei nostri artigiani e delle PMI italiane inauguriamo un ciclo di interviste ai nostri coach; gli esperti che guidano ogni giorno i protagonisti del progetto nel loro percorso di innovazione.

Gaia Segattini, coach di Botteghe Digitali, è Fashion designer e dal 2007 scrive di nuovo artigianato e creatività indipendente su alcuni portali e nel suo blog. Collabora con aziende e brand per interventi che legano prodotto, creatività e comunicazione. È la fondatrice del festival Weekendoit, incentrato sull’apprendimento delle tecniche artigianali e lo sviluppo della micro imprenditorialità.

1. Secondo te quanta innovazione c’è in Italia?
A mio parere i piccoli brand hanno un buon approccio al digitale nel campo di comunicazione, approccio social e gestione e-shop, disinvoltura che manca alle aziende più grandi, che invece gestiscono la produzione in maniera più innovativa.

2. Quali sono i benefici che l’innovazione può portare all’interno di un’azienda?
Sicuramente abbattimento di tempi e costi e il raggiungimento di un canale di vendita più ampio. L’approccio con l’innovazione, a mio parere, porta ad un’autoanalisi, che genera una crisi ed un confronto interno ed esterno all’azienda che sicuramente è stimolante e arricchente.

3. Qual è l’atteggiamento che le imprese assumono nei confronti dell’innovazione? Quali difficoltà hai riscontrato?
Le difficoltà che si riscontrano dipendono molto dal vissuto imprenditoriale precedente, più l’azienda è storica maggiori sono le perplessità, specialmente quando il cambiamento comporta dei costi iniziali che a torto si credono scavalcabili. Di solito dopo una prima fase di dubbio, toccare i vantaggi con mano fa passare all’entusiasmo. C’è ancora una certa diffidenza al delegare a qualcuno questo passaggio, e in questo senso il rapporto di fiducia che si crea con chi propone innovazione è il centrale ed unico reale strumento di partenza per il cambiamento.

4. Cos’hai e stai imparando dai progetti che ti sono stati affidati a Botteghe Digitali?
Botteghe Digitali è un progetto che mi sta davvero regalando molte soddisfazioni. Lavorare ad una azienda come se fosse la tua, adottandone aspirazioni e “fuoco” è davvero impegnativo. Sono all’inizio del percorso, che è più di studio e proposta che operativo, ma cercare soluzioni realmente adatte agli artigiani di cui mi occupo è molto stimolante, specie per una persona empatica come me, che crede che l’azienda rispecchi pienamente anche il carattere di chi la guida. Devo dire che il clima di collaborazione e confronto che si è creato fra coach e specialists è davvero unico e non può che sfociare in soluzioni di qualità.

Condividi

Botteghe Digitali