La visita dell’artista Angel Otero a Lispi&Co.

Emanuele Lispi ci racconta la visita del primo designer Angel Otero, che a sua volta ci racconta le sue impressioni su questa esperienza Made in Italy.

Emanuele

“Angel è stato il primo ospite de “The Vannucci Artist Residency” un progetto della Deighton Family Foundation Vanartresidency.com che vedrà coinvolti altri due artisti Keita Miyazaki e Rana Begum.
Alison Deighton, direttrice della fondazione e nostra affezionata cliente ci ha chiesto se era possibile far visitare e “vivere” la nostra officina e la nostra cultura ai suoi ospiti e noi abbiamo accettato subito con grande entusiasmo.
Angel è venuto in una bella mattinata nella mia bottega pieno di curiosità, con il suo book sottobraccio e l’elegante timidezza che lo contraddistingue. Inizialmente abbiamo chiacchierato del più e del meno, per rompere il ghiaccio e lui, superato l’imbarazzo iniziale, ha iniziato a pormi delle domande sulla lavorazione del ferro, su quello che mi piace fare e sulla mia storia e della mia famiglia.
Il ferro è parte della sua infanzia, mi racconta, poichè gli ricorda la nonna che lo ha cresciuto a Portorico (me la mostra tatuata sul braccio destro, sullo sfondo dei ricci in ferro) questo lo ha portato a cimentarsi nella scultura, recuperando vecchie parti di inferriate a New York dove ha lo studio e unendole alla Porcellana.
Da qui è partita l’idea di fare dei tentativi simili con il nostro ferro battuto e la terracotta al posto della porcellana: ci siamo divertiti facendo numerosi tentativi, per la maggior parte falliti, di cui se ne salva solo uno, da provare.
Ma è stato stimolante confrontarsi, parlare delle nostre idee, dei nostri sogni e di quello che desideriamo raggiungere con le nostre creazioni. Angel è davvero un artista e un uomo speciale, per il percorso fatto finora e per i traguardi che sono sicuro raggiungerà!
Mi ha invitato a New York e spero di riuscire presto ad andare a trovarlo, magari per il big show (come lo chiama lui) che sta preparando a dicembre.”

Angel Otero è un artista visual specializzato in painting. Le sue opere sono caratterizzate dalla sua storia personale, attraverso un’espressione astratta e di influenza Spagnolo barocca della tradizionale pittura.
“Principalmente dipingo e creo sculture, cercando di fondere stili diversi attraverso una tecnica che dia materialità all’opera, non solo visiva ma anche tattile. Nei giorni di permanenza nel laboratorio di Emanuele mi sono approcciato ad una tecnica nuova e interessante del lavoro del ferro.
Mi ha affascinato molto la lavorazione e il riutilizzo che Emanuele fa anche di materiale vecchio, che prende nuova vita sotto le sue esperte mani. Mi piace lavorare con materiali dalle consistenze diverse e per questo abbiamo provato a mescolare terracotta e ferro, fragilità e forza. Una volta che avremo trovato il giusto equilibrio penso ne potrà nascere qualcosa di speciale.
Entrare in contatto con la storicità di Lispi, con la tradizione che si tramandano di padre in figlio quasi fosse un dono è stato bellissimo. Mi piacerebbe continuare a sviluppare questo ponte, e so che Emanuele la pensa come me, tra arte e tecnica, novità e tradizione.
Un approccio che ritrovo molto nel nuovo artigianato italiano, fonte di ispirazione per molti artisti: qui in Italia avete la storia della tecnica, e la creatività per poterla manipolare ed esaltare attraverso nuove forme di design.”

Condividi

Botteghe Digitali